Parco Agrisolare 2022

1,5 Miliardi di Euro a disposizione per le aziende del settore agricolo!

tutte le ultime novità su bandi finanziamenti e contributi per le aziende agricole

Pubblicato il decreto del 25 Marzo per favorire innovazione, processi produttivi sempre più sostenibili e una forte presenza sui mercati per aziende del settore agricolo.


Parco Agrisolare 2022


Interventi per la realizzazione di impianti fotovoltaici da installare su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e agro industriale


Investimenti ammissibili

In particolare, si intende selezionare e finanziare progetti che prevedono l'acquisto e la posa in opera di pannelli fotovoltaici sui tetti di fabbricati strumentali all'attività dei soggetti beneficiari, ivi compresi quelli destinati alla ricezione ed ospitalità nell'ambito dell'attività agrituristica. Unitamente a tale attività, possono essere eseguiti uno o più dei seguenti interventi di riqualificazione ai fini del miglioramento dell'efficienza energetica delle strutture:

  1. rimozione e smaltimento dell'amianto (o, se del caso, dell'eternit) dai tetti, in conformità alla normativa nazionale di settore vigente: tale procedura deve essere svolta unicamente da ditte specializzate, iscritte nell'apposito registro;

  2. realizzazione dell'isolamento termico dei tetti: la relazione tecnica del professionista abilitato dovrà descrivere e giustificare la scelta del grado di coibentazione previsto in ragione delle specifiche destinazioni produttive del fabbricato, anche al fine di migliorare il benessere animale;

  3. realizzazione di un sistema di aerazione, connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d'aria): la relazione del professionista dovrà dare conto delle modalità di aereazione previste in ragione della destinazione produttiva del fabbricato; a ogni modo, il sistema di aerazione dovrà essere realizzato mediante tetto ventilato e camini di evacuazione dell'aria, anche al fine di migliorare il benessere animale.


Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria ammonta a 1500 milioni di euro di cui 1200 milioni per gli investimenti del punto 1 e 300 milioni il punto 2 e 3.

  1. L’investimento riguarda attivi materiali o immateriali nelle aziende agricole connessi alla produzione agricola primaria per la produzione di energia rinnovabile solare (fotovoltaico).

  2. L’investimento riguarda attivi materiali o immateriali connessi alla trasformazione di prodotti agricoli per la produzione di energia rinnovabile solare (fotovoltaico).

  3. L‘investimento riguarda la promozione della produzione di energia rinnovabile solare (fotovoltaico), realizzata da imprese di trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli, per la realizzazione di nuovi impianti (attività principale).

Per gli investimenti 1 e 2 l’agevolazione è pari al 40% mentre per gli investimenti rientranti nel punto 3 è del 30%. Sono soggetti beneficiari:

  1. Imprenditori agricoli, in forma individuale o societaria;

  2. imprese agroindustriali, in possesso di codice ATECO di cui all'avviso da emanarsi ai sensi dell'art. 13;

  3. indipendentemente dai propri associati, le cooperative agricole che svolgono attività di cui all'art. 2135 del codice civile e le cooperative o loro consorzi di cui all'art. 1, comma 2, del decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 228.

La spesa massima ammissibile per singolo progetto è pari a euro 750.000,00, nel limite massimo di euro 1.000.000 per singolo soggetto beneficiario.


Termini e scadenze di presentazione delle domande verranno comunicate in seguito nel decreto attuativo.